Autore: admin

Scutari è una città dell’Albania considerata la capitale culturale dell’Albania. Scutari è situata tra le sponde del Lago di Scutari, vicino ai fiumi Drin, Buna e Kir, nelle vicinanze delle Alpi dinariche. Ad oriente di Scutari scorre il fiume Kir che si unisce al fiume Drin. Quest’ultimo sfocia poche centinaia di metri dopo nella Boiana, l’emissario del lago di Scutari. La città è circondata ad occidente e ad settentrione dalle propaggini meridionali delle Alpi Dinariche. Le vette più importanti sono il Cukal (1.722 metri), il Maranaj (1.576 metri), il Tarabosh e lo Sheldi (541 metri). A poca distanza da Scutari…

Read More

Valona, uno dei principali centri turistici dell’Albania. Valona sorge sulla riva sud-orientale del Mare Adriatico e affaccia sul canale d’Otranto con un’ampia baia. E’ il secondo porto dell’Albania dopo quello di Durazzo e seconda città per popolazione dopo Tirana. Territorio dell’Illiria, fu antica colonia greca nel VI secolo a.C. con il nome di Aulona, sede episcopale e per breve tempo capitale del neonato Stato albanese. Il 28 novembre 1912 fu proclamata a Valona la dichiarazione di indipendenza dell’Albania.

Read More

Durazzo è un importante porto e località balneare dell’Albania. Durazzo è un porto albanese che si affaccia sul mare Adriatico, a ovest della capitale Tirana. L’anfiteatro romano di Durazzo è una delle attrazioni principali di questa città, il più importante porto dell’Albania. Poco distante dal anfiteatro sorge una chiesa del IX secolo con pareti a mosaico. Il Museo Archeologico di Durazzo mette in mostra reperti d’epoca greca, ellenistica e romana. Durazzo è il porto più importante dei Balcani per via dei suoi traffici commerciali con l’Europa occidentale e grazie alla sua vicinanza con i porti italiani, tra cui quello di…

Read More

Tirana è la capitale dell’Albania. Questa città è nota per l’architettura colorata delle epoche ottomana, fascista e sovietica. Gli edifici color pastello circondano il punto principale della città, la piazza Scanderberg, che prende il nome dalla statua equestre di Giorgio Castriota, detto Scanderbeg, eroe nazionale che unì i principati d’Albania, animando la resistenza degli albanesi per bloccare l’avanzata dei tuchi-ottomani verso l’Europa. Sul lato settentrionale della piazza si trova il modernista Museo di Storia Nazionale, con testimonianze dalla preistoria al periodo comunista e alle rivoluzioni anticomuniste degli anni novanta. Cosa vedere (e fare) a Tirana L’Albania, per lungo tempo fuori…

Read More