Alla scoperta di Graz, la più poliedrica delle città dell’Austria

0

Graz è il capoluogo del Land della Stiria (in tedesco Steiermark) in Austria e la seconda città austriaca per abitanti dopo Vienna.

A sole due ore di macchina da Vienna, sulle rive del fiume Mur, immersa nel verde della Stiria, nasce Graz, la più poliedrica delle città austriache.

Come gran parte delle località nazionali, Graz fu originariamente un forte romano, successivamente colonizzato dagli Sloveni, che ben presto vi eressero un castello fortificato.

Il nome tedesco Graz venne usato per la prima volta nel 1128, quando i duchi di Babenberg trasformarono la città in un importante centro mercantile. Poi divenne parte dei possedimenti asburgici, ospitando, in epoca moderna, il ramo più giovane della famiglia reale, che dominava sulla Stiria dal castello di Schlossberg.

Durante il Rinascimento, continuando a ricoprire la sua fondamentale funzione strategica, Graz fu ridisegnata quasi completamente: autori ed architetti italiani la trasformarono, l’arciduca Carlo II d’Austria vi fondò l’Università.

Durante gli ultimi anni dell’impero asburgico, il clima mite la rese una scelta popolare tra i membri dell’aristocrazia austriaca e i funzionari pubblici.

In epoca napoleonica, vicissitudini avverse portarono alla distruzione della fortificazione di Schlossberg, mentre durante il secondo conflitto mondiale, Graz – come tante località austriache – perse alcuni dei suoi più importanti edifici. Molti di essi sono stati recentemente ricostruiti.

Oggi Graz è una delle principali città dell’Austria, capoluogo della Stiria e seconda per popolazione – con 253.000 abitanti su una superficie di 128 km² – soltanto alla capitale Vienna.

Graz è anche nota come “città verde”, non solo per i tanti viali e giardini che ospita, ma anche perché è riuscita ad ottenere che la vicina autostrada non scempiasse il bellissimo paesaggio. E’ sede di 6 università, ospita più di 40.000 studenti, e fonda la propria economia principalmente sul commercio e sull’industria automobilistica.

Non esiste un periodo ideale per visitare Graz: praticamente, vi si sta bene tutto l’anno.

Ospita frequenti ed apprezzate iniziative culturali, tra cui l’Autunno stiriano, al quale hanno contribuito Samuel Beckett, Gunter Grass e Allen Ginsberg, e durante l’Avvento si presta a piacevoli passeggiate fra le vie e i palazzi innevati del centro storico (dal 1999 patrimonio dell’Unesco), o tra le esposizioni dei mercatini natalizi.

La città vecchia, con l’isola artificiale costruita sul fiume Mur, il Burg, la cattedrale e la Torre dell’orologio, è senza dubbio una tappa obbligata per chi visita Graz.

All’esterno, da non perdere sono il Palazzo degli Eggenberg e la Herz Jesu Kirche, chiesa principale della città.

Turismo della città di Graz

Negli ultimi anni a Graz sono stati costruiti numerosi edifici moderni, i più famosi dei quali sono il museo d’arte moderna (Kunsthaus) di Peter Cook e Colin Fournier, un museo costruito sulla riva del fiume Mur e la Murinsel, cioè l’isola sul Mur, un’isola fatta d’acciaio costruita in mezzo al fiume.

Essa venne progettata dall’architetto americano Vito Acconci e comprende un teatro open-air e un playground.

I luoghi migliori per una splendida vista dall’alto della città sono Ruine Gusting, rovine di un castello sulla cima di una collina nella parte nordoccidentale di Graz, e Plabutsch, vicino allo Schloss Eggenberg.

La città vecchia

  • Schlossberg, la collina situata nel centro città sulla quale più di mille anni fa fu edificato il piccolo castello (‘gradec in lingua slava) che diede il nome alla città ed in seguito fu costruita la fortezza che caratterizzò per secoli il centro abitato e fu demolito in larga parte nell’Ottocento per volere di Napoleone.
  • Uhrturm la Torre dell’orologio, situata sulla collina dello Schlossberg, è considerata il simbolo di Graz ed è possibile vederla da ogni parte del centro; la costruzione della torre risale al 1560, mentre il meccanismo dell’orologio indica l’ora esatta dal 1712.
  • Neue Gallerie , il Museo Nuovo.
  • Schlossbergbahn, la funicolare che consente di salire in cima allo Schlossberg senza fatica, con una magnifica vista sulla città e sul fiume Mur.
  • Landeszeughaus, l’armeria, la più grande del mondo nel suo campo.
  • Schauspielhaus, il teatro più importante di Graz.
  • Dom , la cattedrale.
  • Il Mausoleo.
  • Rathaus, il municipio.
  • Burg , un castello con una doppia scalinata gotica.
  • Gemaltes Haus, la casa dipinta, in Herrengasse.
  • Kunsthaus, il museo d’arte moderna.
  • Murinsel, un isola artificiale nel fiume Mur.
  • Landhaus, la sede del parlamento regionale.

All’esterno della città vecchia

  • Schloss Eggenberg, un palazzo ad ovest di Graz.
  • Basilika Mariatrost, una chiesa tardo-barocca, ad est della città.
  • Herz Jesu Kirche la più grande chiesa di Graz con la terza più alta guglia d’Austria.
  • La Collina del Calvario, con una Via Crucis del XVII secolo e una chiesa.

Nei dintorni di Graz

  • Lurgrotte, il più esteso sistema di grotte dell’Austria.
  • Steirische Weinstrasse , una regione vinicola a sud di Graz, conosciuta anche come la “Toscana della Stiria”.
  • Thermenregion, la regione termale a est di Graz.
  • Riegersburg, una formidabile fortezza che non venne mai conquistata. Uno degli ultimi bastioni all’epoca dell’invasione turca.

Leave A Reply