Madrid

0

Madrid, la capitale della Spagna, città di oltre tre milioni di abitanti, rappresenta una importante meta per chi ama la vita spagnola: città ricca di vita e di cultura, è sicuramente in grado di coprire tutti i possibili interessi dei suoi visitatori.

E’ situata nel cuore della Spagna, ad un altezza di 600 m ha inverni freddi ed estati calde, per cui l’autunno e la primavera sono i periodi migliori per visitarla.. e le attrattive per il turismo non mancano: gallerie d’arte di fama internazionale, il Palazzo Reale di Madrid, bellissime piazze, il museo del Prado..

Generalmente si divide la città in “la Vecchia Madrid”, area che ospita importanti attrattive come la Plaza de Espana, la Plaza Mayor, il Palacio Real, la Puerta del Sol e in “Madrid borbonica”, situata ad est della Vecchia Madrid, in una area dove un tempo si estendevano culture di orti, conosciuta come il “Prado”, “Prato”.

In questa zona, nel ‘700, i Borboni diedero vita a tutta una serie di lavori di abbellimento della città, costruendo fontane, piazze, un arco trionfale e il Museo del Prado, destinato a diventare una delle principali gallerie d’arte del mondo.

L’orso di MadridMadrid è anche un paradiso per gli amanti dello shopping: le zone più amate per fare acquisti sono la zona pedonale di Preciados e Plaza del Sol, e Calle de la Princesa con le vie attorno.

La vita notturna a Madrid, come un tutte le città della Spagna, è una componente fondamentale della vita cittadina: un gran numero di caffè, bar, terrazze, taberne sono il punto di ritrovo di cittadini e turisti, che, magari mangiando tapas e bevendo vino o cerveza, apprezzano fino in fondo la vita di Madrid.

Molto apprezzati sono anche gli spettacoli di flamenco (che in realtà è un ballo originario dell’Andalusia) e, per gli amanti del genere (..sempre di meno, per fortuna!), le corride.

Tra i luoghi da visitare a Madrid ricordiamo, il Museo del Prado, il museo Thyssen-Bornemisza, il Centro di arte della regina Sofía (dove si trova il famoso Guernica di Pablo Picasso), il Palacio Real, la Puerta del Sol in cui è situata la placca del chilometro zero (utilizzata per il calcolo delle distanze nello Stato spagnolo) ed in cui i madrileni si riuniscono ogni fine anno per aspettare il nuovo anno mangiando un chicco di uva per ognuno dei dodici rintocchi della mezzanotte, la vicina “Plaza Mayor” (in cui tutti i fine settimana si svolge il mercatino numismatico e, nel periodo natalizio, quello dei presepi), il Parco del Retiro, e nelle vicinanze il monastero e il palazzo del Escorial, Santa Cruz del Valle de los Caídos e le città di Toledo, Segovia, Ávila e Aranjuez.

Da segnalare, soprattutto ai turisti italiani, la piccola chiesa dedicata a san Nicola di Bari, nei pressi di Plaza Mayor.Il nucleo urbano originario situato all’interno delle antiche mura non subì modificazioni significative fino alla metà dell’800, periodo nel quale si demolirono case e conventi per creare nuove strade e piazze.

All’inizio del 1900 la città di Madrid conservava comunque ancora buona parte dell’aspetto della vecchia città.

Nei primi 30 anni del XX secolo la popolazione quasi raddoppiò sfiorando il milione di abitanti. L’espansione della città fece sì che fossero inglobati alcuni paesi situati lungo le vie di comunicazione principali, fino a quel momento separati dalla capitale: verso sud Carabanchel, verso nord Chamartin, verso Valencia Vallecas, verso Zaragoza Vicalvaro e Canillas, e verso Burgos Fuencarral.

Nuovi sobborghi come Ventas, Tetuan o il Carmen accolsero il ceto proletario proveniente dalla campagna, mentre nei quartieri ottenuti nel centro con gli allargamenti e le demolizioni si installava la borghesia.

Nello stesso periodo si aprì la Gran Via allo scopo di decongestionare il centro storico e nel 1919 si inuagurò la metropolitana.

La guerra civile recò molti danni alla città, specialmente nella zona di nord-est, successivamente la città si ingrandì ulteriormente annettendo altri municipi, passando dai 66 km² ai 607 km² attuali.

Nel 1963 il piano regolatore metropolitano diede inizio all’opera di decentramento, creando nuovi municipi metropolitani quali Alcorcón, Alcobendas, Coslada, Getafe, Leganés, San Sebastián de los Reyes e San Fernando de Henares.

Un nuovo piano regolatore nel 1985 ha continuato nell’opera di decentramento proponendo anche il recupero del fiume che attraversa la città, il Manzanarre. Negli ultimi anni la popolazione è in diminuzione a causa soprattutto dell’aumento dei prezzi delle case.

Madrid è servito dall’aeroporto internazionale di Barajas e, nonostante abbia una popolazione di circa 3 milioni di abitanti, ha una delle più sviluppate reti di metropolitana del mondo, con dodici linee.

Luoghi da vedere a Madrid
La Puerta del Sol
La Plaza de Oriente
La Plaza Mayor y Arco de Cuchilleros
La Plaza de España
La Plaza de Colón
Il Paseo del Prado
La Plaza de Santa Ana
Edifici e monumenti a Madrid
Il Palazzo Reale di Madrid (Palacio Real de Madrid)
Il Templo de Debod
La Cattedrale dell’Almudena
San Francisco el Grande
San Jerónimo el Real
La fuente de Cibeles
La fuente de Neptuno
La Puerta de Alcalá
La Puerta de Toledo
La Fábrica de Tabacos
Il Palazzo di El Pardo
Il Teatro Real
Il Banco de España
Il Ponte di Toledo
Il Ponte di Segovia
Vi sono numerosi palazzi e grattacieli del XX secolo, specialmente nel distretto finanziario:

Torrespaña
La Torre de Madrid
L’edificio España
La Torre Blancas
La Torre Picasso
Le Torri Puerta de Europa
La Torre Windsor (Distrutta da un incendio il 12 febbraio 2005 e demolita)
La Torre del Banco di Bilbao
La Plaza de Toros de Las Ventas
L’Hotel Ritz
L’Hotel Palace
Musei e gallerie a Madrid
Il Museo del Prado
Il Museo Thyssen-Bornemisza
Il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía (dove è esposta l’opera Guernica di Pablo Picasso)
Il Museo Arqueológico Nacional de España
Il Monasterio de las Descalzas Reales
Il Monasterio de la Encarnación
Il Museo de Ciencias Naturales
Il Museo Nacional del Ferrocarril
Il Museo Municipal
Parchi e giardini a Madrid
Il Palacio de Cristal de la Arganzuela
Il Parque del Retiro all’interno del quale si trova il Bosco degli scomparsi
La Casa de Campo
Il Parque del Oeste
Il Parque del Capricho
Il Real Jardín Botánico de Madrid
Il Parque Juan Carlos I
La Dehesa de la Villa

Comments are closed.